Quasi quindici anni dopo, Ross Brawn torna su uno degli episodi più controversi nella storia della Formula 1: dopo aver dominato sia le qualifiche che la gara, Rubens Barrichello fu costretto a lasciare la vittoria al suo compagno di squadra alla Ferrari, Michael Schumacher, per un ordine di scuderia.



Il tedesco fu accolto dai fischi sul podio, la Ferrari dovette pagare un milione di dollari per non aver rispettato la procedura sul podio (Schumacher lasciò al brasiliano il gradino più alto). Ma fu soprattutto la scuderia di Maranello a dover affrontare tantissime critiche da tifosi e addetti ai lavori. Brawn spiega: “Nei giorni precedenti avevamo concordato coi piloti che in caso di necessità Rubens avrebbe fatto passare Michael. Quando gli chiedemmo quando avesse intenzione di rallentare, Barrichello rispose: “Non puoi farmi questo, è la mia grande occasione”. Dall’altro lato c’era Schumacher che ci pressava e alla fine ordinammo a Rubens di farlo passare. Credo che sia stato uno dei peggiori errori che abbiamo compiuto”.