In un’intervista alla BBC, Ross Brawn (scelto come responsabile sportivo della Formula 1 da Liberty Media) ha delineato quelle che saranno le linee guide per il futuro del circus.



“Negli anni il divario tra grandi e piccoli team è aumentato a causa dei budget troppo differenti. E’ per questo che un primo punto su cui lavorare sarà quello di ridurre l’incidenza della tecnologia sulla Formula 1″, ha dichiarato Brawn che poi continua: “Non dovremo essere frettolosi, le prime novità saranno apportate nel 2018 o anche nel 2019. Vogliamo che nel medio termine un team di medio livello con un gran pilota possa lottare per la vittoria. Oggi è impensabile avere una storia come quella del Leicester in Formula 1, ma è un mio sogno. Oggi il discorso è chiuso a 2-3 team”. Un accenno anche ai Gran Premi storici, ai quali il pubblico è ovviamente affezionato: “Non si può rinunciare alla storia. Ma al tempo stesso vogliamo esplorare nuove possibilità: a me, ad esempio, piacerebbe tanto un GP a New York“.